Stampa

IMMISSIONI IN RUOLO

Scritto da franco lillo on .

treno.jpg Solo 25 mila docenti  e 7 mila ATA. È l’ultimo treno?  

Come era nelle previsioni, le immissioni in ruolo sono state ridotte della metà per il personale docente e del 30% per il personale ATA.

Da 50 mila dello scorso anno, per gli insegnanti,si è passati a 25 mila, per il personale ATA si scende da 10 mila a 7 mila.

         Questo in soldoni vuol dire che la politica dei tagli iniziata dal governo Prodi,  continua,  stante soprattutto alle anticipazioni di stampa sul DPEF  (Documento di Programmazione Economica e Finanziaria) che il governo sta preparando.

         I tagli programmati per il prossimo triennio sono 150 mila, questo vuol dire che tutto il turnover sarà vanificato.

 I pensionamenti saranno sicuramente meno di 50 mila per ogni anno e quindi altri esuberi, altri trasferimenti selvaggi, altri mancati rientri da fuori provincia, altri patemi d'animo per tanti colleghi di ruolo,  che ora tornano a scegliere la sede di servizio come i ragazzini al primo incarico, ma  non più emozionati.

Se davvero il piano di razionalizzazione sarà approvato così come proposto,le supplenze saranno solo temporanee, gli esuberi produrranno effetti devastanti sulla qualità della scuola pubblica.

Se i numeri hanno ancora un senso,  vuol dire che, per i prossimi cinque  anni,  non ci saranno altre  immissioni in ruolo almeno al Sud. .

Per i precari questo è l'ultimo treno.

Per questa strada si sta operando  lo smantellamento scientifico della scuola pubblica , mentre, per contro, i  diplomifici  prosperano e si ingrassano.

        

         Intanto a Salerno le immissioni i ruolo dal 1° settembre saranno meno di un  terzo dello scorso anno.

 Aspettiamo già per lunedì la ripartizione del contingente per provincia, ma a Salerno, dai nostri calcoli,  non arriveranno a 300, metà al concorso ordinario e metà alle graduatorie ad esaurimento, contro le mille e passa dello scorso anno.

         La parte maggiore andrà alla media  A043 e A059 in primo luogo, qualche spicciolo alla materne e alle superiori A051, A052, niente alle elementari, poco più di un  centinaio al personale ATA.

         Non si potrà più, come per lo scorso anno, disporre nomine aggiuntive sul ruolo o classe di concorso di arrivo,  stante il fatto che il contingente è stato determinato sul 100% delle scoperture. Per questo se un collega già di ruolo nelle elementari viene nominato sulle medie, non si procederà a nomine supplitive perché le primarie sono in esubero.

         Ma, quel che è più,  le supplenze annuali saranno ridotte al lumicino. Come sempre i più deboli saranno quelli che pagheranno il prezzo maggiore.

Si preannuncia un agosto tempestoso!