Stampa

IN ATTESA DEI TRASFERIMENTI

Scritto da franco lillo on .

 

Mobilità 2020/21, l'aumento dei pensionamenti

potrebbe far rientrare al Sud tante colleghe e colleghi

confinati al Nord dalla ex "Buona Scuola" di Renzi e non solo.

 

           Sono scaduti da qualche giorno i termini per la domanda di collocamento in quiescenza.

        I dati sono ancora parziali, provvisori e tutti da verificare, ma se le nostre sedi possono essere considerate un campione omogeneo e rappresentativo, abbiamo la sensazione che sarà un anno con grandi numeri.

        Stimiamo che si sia superato il turnover ordinario del 5/6%, attestandosi tra 8/9%, soprattutto considerando il consistente residuo di QUOTA 100 che lo scorso anno l'INPS non riuscì a validare entro il 29 maggio, per consentire la disponibilità alla mobilità 2019/20.

        Per Salerno pensiamo che i pensionamenti complessivi del personale della scuola superino quota 1000.

        Ovviamente il trend, se confermato, riguarderà in maniera, più o meno omogenea, tutto il Paese e sopratutto le province del Sud.

        Se queste nostre prime impressioni saranno validate dai numeri reali, vediamo quali saranno le ricadute sulle immissioni in ruolo e sulla mobilità provinciale e interprovinciale.

Immissioni in ruolo:

Personale ATA: Collaboratori scolastici tra 60/70; assistenti Amm.  tra 35/40 Ass. Tec. tra 20/25

Docenti :

  • da GAE Infanzia tra 30/40           da concorso tra 40/50;
  • da GAE Primaria tra 50/65             da concorso tra 65/85.

        Per la scuola Secondaria di primo e secondo grado, ovviamente, abbiamo pochi riferimenti specifici alle classi di concorso di pensionamento, ma attestandosi complessivamente,  per detto ordine di scuola, in circa 500 (con i residui di quota 100 dello scorso anno) tra graduatoria del concorso, GAE , mobilità territoriale e professionale, dovremmo superare le 200 disponibilità, anche scontando eventuali contrazioni di organico.

        Se questi numeri saranno confermati dai dati definitivi che dovrebbero essere resi noti già da metà febbraio, crediamo davvero che, in primo luogo, i tanti collegi ESODATI, soprattutto della scuola primaria e inviati al Nord con la famigerata l.107 di Renzi, nel 2015, dopo 5 anni di confino, potranno finalmente rientrare.

        Poi anche tutto il resto, ad iniziare dalla mobilità professionale (Passaggi di Ruolo e di Cattedra) che quest'anno passa dal 10 al 20% delle disponibilità, prioritariamente all'interno della provincia, potranno interessare un buon numero di colleghi e colleghe.

        Insomma, dovrebbe essere un buon anno per la mobilità.

        In bocca al lupo a tutte e a tutti.