Stampa

Un sistema complesso e farraginoso.

Scritto da franco lillo on .

SPID

Bonus 500 euro.

Come funzionerà

la piattaforma

per gli acquisti.

 

La Carta del docente è diventata, per l’a.s. 2016/17 un “borsellino elettronico”.

 

Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha realizzato una applicazione web per la carta predetta.

A partire dal 30 novembre,per l’anno scolastico 2016-2017, i docenti avranno a disposizione l’applicazione web “Carta del Docente”, disponibile all’indirizzo webwww.cartadeldocente.istruzione.it, mediante la quale sarà possibile effettuare acquisti.

 

In ogni caso i docenti potranno registrarsi lungo tutto l’anno scolastico, naturalmente lo devono fare prima di effettuare l’acquisto. Prima della registrazione dovrannomunirsi dell‘identità digitale (SPID)

 

Tra i servizi acquistabili con la carta docente figurano tra l’altro l’iscrizione a corsi per attività di aggiornamento e di qualificazione delle competenze professionali, svolti daEnti accreditati presso il MIURai sensi di quanto previsto dalla Direttiva di accreditamento degli enti di formazione n.170/2016 (La Direttiva MIUR 170/2016 - Art. 1, comma 5 - stabilisce che “Le Università…….sono soggetti di per sé qualificati per la formazione del personale scolastico e non necessitano di iscrizione negli elenchi di cui al comma 3…”).

 

L’applicazione funziona nel seguente modo:

il docenteinteressato ad acquistare un determinato percorso formativodeve generare un buono di acquistoriferibile alla categoria del servizio che intende acquistare ed avente importo pari al prezzo del servizio stesso.

Il buono creato saràaccompagnato da un codice identificativo(QR code, codice a barre e codice alfanumerico) che il docente potrà salvare su un dispositivo o stampareper utilizzarlo online o presentarlo all’enteaccreditato/qualificato.

Il docente provvederà all’acquisto presso l’ente accreditato/qualificato scelto, fisico o online, aderente all’iniziativa“carta del docente”,attraverso la validazione del buono generato.

 

 

Come generare un buono acquisto

 

·        Si seleziona l’ambito di interesse.

·        La piattaforma visualizza l’elenco degli esercenti accreditati presso il quale può essere speso il buono

·        La piattaforma genera il buono con codice a barre (previsto anche l’acquisto on line)

·        Sarà mostrata la disponibilità residua

 

Selezionato l’ambito di interesse la piattaforma offre l’elenco degli esercenti presso cui si può acquistare il bene. La piattaforma genera un buono di acquisto stampabile con codice a barre utilizzabile per l’acquisto.

 

SPENDERE IL BUONO

L’acquisto può essere completato

 

stampando il buono e presentandolo alla cassa

• presentando alla cassa smartphone o tablet e visualizzando i dati identificativi del buono, corredati di codice alfanumerico di 8 cifre, QR code e barcode.

 

L’esercente validerà il buono attraverso l’inserimento in piattaforma, nella sezione dedicata agli esercenti.

 

Se l’acquisto è on line, dovrà essere indicato, durante il processo di acquisto nel sito di vendita (personalizzato per ogni esercente), il codice del buono generato.

 

No rendicontazione

La procedura è del tutto informatizzata, per cui non previsto controllo esterno nè coinvolgimento delle segreterie scolastiche.

 

Primo accesso

Il docente dovrà innanzitutto dichiararese ha già effettuato delle spese dal 1 settembre 2016 al 30 novembre 2016 (o comunque dalla data di attivazione). Se la risposta sarà affermativa, verrà indirizzato nella parte del sito che gli permetterà di emettere un buono per il settore e per la cifra utilizzata, che andrà a scalare i 500,00 euro di base.

Con il buono e la ricevuta fiscale della spesa (pezza giustificativa) si recherà nella segreteria della propria scuola, che caricherà la richiesta dell’importo. Il MIUR, quindi, invierà i soldi alla scuola che, dietro presentazione della pezza giustificativa, liquiderà al docente.