Stampa

TRASFERIMENTI PRIMARIA

Scritto da franco lillo on .

 

Sono tanti gli  errori e le assurdità  che abbiamo

verificato nella mobilità della scuola primaria.

Non crediamo che gli Uffici Scolastici Territoriali  

 possano autonomamente  provvedere

alle rettifiche come è accaduto per l’infanzia.

Per questo chiediamo di annullare e rifare

tutta la procedura di mobilità.

 

 

Una norma sbagliata e raffazzonata ( L. 107/2015)  che genera risultati di difficile lettura,  in ogni caso assurdi.

Solo per fare alcuni esempi:

in alcune province entrano docenti di fase “D” e restano fuori docenti di fase “C”.

Molti docenti che assistono in figli disabili in situazione di gravità non sono rientrati nella provincia di residenza, ma nemmeno in una provincia (in caso di esaurimento delle disponibilità)  limitrofa;

         Docenti della fase “C”,  con 10/11 punti , sono rientrati in molte province anche senza l’indicazione delle eventuali precedenze previste dal C.C.N.I. e non colleghi anche  con 70 punti,

         Davvero cose dell’altro mondo.

          Per questo non possiamo che chiedere l’azzeramento di tutta la procedura di mobilità, e, anche in   previsione   che gli stessi errori possano verificarsi per la mobilità della  secondaria di primo e secondo grado, di rivedere il sistema ed evitare  che gli stessi possano ancora ripetersi.