Stampa

Trasferimenti infanzia e primaria

Scritto da franco lillo on .

dilettanti-allo-sbaraglio

Ritirati i trasferimenti  dell’infanzia;

rinviati al 29 luglio quelli della primaria.

Cronaca di un  disastro generato dall’ex

buona scuola e da dilettanti allo sbaraglio.

TUTTI I MOVIMENTI DI SALERNO POI SOSPESI

 

Un’altra giornata da incubo  per le migliaia di docenti della primaria e del’infanzia in attesa della mobilità nazionale, prevista  per il 18 luglio, poi rinviata al 23, poi  di nuovo differita  al 26,  poi se ne sono perse le tracce.

In  mattinata una pioggia di e mail solo ai docenti di scuola dell’infanzia,  generate automaticamente dal sistema, con le quali venivano informati del risultato del movimento.

In tarda mattinata la pubblicazione da parte degli  UST dei risultati della mobilità, che spesso contraddicevano la e mail ricevuta solo poche ore prima.

Qualche ora dopo gli UST che avevano pubblicato , hanno provveduto a rimuovere dal sito istituzionale gli elenchi dei movimenti.

Molti alla chetichella, senza alcuna spiegazione.

Noi crediamo anche in maniera illegittima, perché  la pubblicazione sul sito equivale a formale comunicazione agli interessati  e da quella data decorrono anche  i termini per eventuale impugnazione.

Per questo  viene diffusa  con formale decreto firmato dal dirigente  e qualsiasi modifica deve essere disposta con atto equivalente, anche  opportunamente motivata.

Invece, silenzio assordante, semplicemente alcuni UST li hanno ESPUNTI.

Per non parlare della primaria, differita nuovamente al 29 luglio.

Questo vuol dire che tutto quello che segue, a cominciare dalla mobilità nazionale delle medie e delle superiori,  subirà la stessa sorte, e a seguire le assegnazioni provvisorie,  e le immissioni in ruolo

Di questo passo , se siamo fortunati, si ritorna a scuola il 1° ottobre, alla faccia dell’EX buona scuola.

Una legge raffazzonata , improvvisata , messa in piedi solo per disattendere una sentenza della Corte di Giustizia Europea che imponeva la stabilizzazione dei precari con tre anni di contratti a termine,   ora sta mostrando tutti i suoi limiti e il suo pressappochismo .

Ma ora il fatto che il MIUR non abbia ritenuto di dovere nemmeno una minima spiegazione ai tanti interessati che da giorni sono in attesa di notizie che potrebbero cambiare la loro vita , dimostra ancora una volta la scarsa considerazione,  che  questo ministro e la sua corte, hanno  nei confronti degli operatori della formazione.

Un misto di saccenza e arroganza davvero  da DILETTANTI ALLA SBARAGLIO.

======================================

In allegato pubblichiamo il file dei movimenti dell’infanzia di Salerno, poi ritirato dall’UST