Stampa

BREAK NEWS a Porta a Porta

Scritto da franco lillo on .

 

Scuola, retromarcia di Renzi: “Assunzioni,
con 3mila emendamenti quest’anno niente”

presidente Renzi ha mai ascoltato in un convegno pubblico la squadra di governo che lei ha nominato al MIUR? Non le pare che la scuola italiana meritasse di meglio?

 

 

         Matteo Renzi, ospite a Porta a Porta, in onda stasera,  fa marcia indietro rispetto alle rassicurazioni fatte sui tempi necessari per l’assunzione dei precari.

Con tremila emendamenti in commissione,  i 100mila insegnanti non si assumono entro l’anno, sta nei fatti. Se ci sono gli emendamenti, se sono tutti contrari, sembra che sia io l’unico che vuole assumerli. Ma se tutto il mondo della scuola è in rivolta bisognerà discutere, e le assunzioni si faranno per l’anno prossimo

         Mentre tutti chiedono lo stralcio delle assunzioni , da SEL   ai 5 STELLE, alla minoranza DEM, con un apposito Decreto Legge, per assicurare le immissioni in ruolo dal 1° settembre 2015, il presidente del consiglio  decide di dare l’annuncio nel salotto di Bruno Vespa.

         La retromarcia  ha il sapore di un ricatto, di un a sorta di rivalsa contro una parte del suo stesso partito, ma soprattutto contro un vasto movimento spontaneo di contrasto alla sua ormai EX Buona Scuola.

         Questa volta non sono stati i sindacati tradizionali a proclamare le azioni di protesta, quanto gli insegnanti a costringerli a scendere in piazza.

         Poi ci hanno pensato gli elettori a mandare un segnale al governo, oltre che con le elezioni regionali,  anche domenica scorso con i ballottaggi in tante città per le elezioni dei sindaci.

         A me non piace il punto interrogativo, nella comunicazione discorsiva mi è sempre parso un accidente, ma questa volta voglio fare una eccezione:

presidente Renzi ha mai ascoltato in un convegno pubblico la squadra di governo che lei ha nominato al MIUR? Non le pare che la scuola italiana meritasse di meglio?