Stampa

Quesito al MIUR

Scritto da franco lillo on .

quesitofotoIl personale ATA  nominato con ritardo

dagli USP a causa dei tagli agli organici

e non incluso nel  "salvaprecari",

rischia di perdere punteggio e

posizione in graduatoria.

Sindacato scuola  Athena

Via Lungomare Trieste, 38 , tel. 0892580053 SALERNO  84100  (SA)

Prot.2356/S/11

 

Alla Direzione Generale per il  Personale scolastico - Ufficio III

 

Oggetto: valutazione servizio personale  Ata  non incluso in graduatoria DM n. 92/2011 . Quesito

 

 La scrivente O.S., di categoria, 

premesso

che la norma primaria (L. 167 del 24 novembre 2009, art 1 cc. 2, 3 e 4) prevede che

Il personale che non abbia potuto stipulare per l'anno scolastico 2009-2010( prorogato) la stessa tipologia di contratto per carenza di posti disponibili, e' riconosciuta la valutazione dell'intero anno di servizio ai soli fini dell'attribuzione del punteggio  nelle graduatorie permanenti di cui al citato articolo 554 del decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297.

Considerato

 che in D. M. attuativi ,della norma primaria, non consentono l'inclusione negli elenchi prioritari del personale già  in servizio per supplenza annuale o fino al termine delle attività  didattiche del personale in servizio alla data di compilazione di detti elenchi;

che la normativa vigente  per il riconoscimento del punteggio per il servizio del personale ATA fa riferimento non all'anno scolastico valutato per intero, come per i docenti,  se prestato per almeno per almeno 180 giorni, ma al servizio effettivamente prestato in ragione di punti 0,5 al mese;

visto

che in  alcune province , le  supplenze annuali al personale ATA,  sono state  conferite dagli USP con decorrenza successiva al primo settembre,  per disponibilità  autorizzate successivamente dalle Direzioni Regionali in O.F. , o  sopraggiunte, per passaggio di qualifica o altra causa;

  che in questi casi, per il personale interessato,  la mancata inclusione negli elenchi prioritari comporta una penalizzazione sul riconoscimento del punteggio in occasione dell'aggiornamento annuale che potrebbe collocarlo  in posizione deteriore nelle graduatorie permanenti provinciali rispetto a chi non ha maturato il diritto alla nomina  nel corrente anno scolastico, con grave pregiudizio per le future opportunità  lavorative;

  che il D.M. e la procedura meccanizzata di acquisizione delle domande, contrastano  con la norma citata e potrebbero generare contenzioso;

CHIEDE

 di conoscere il parere di codesto Ufficio III, in merito alla problematica innanzi esposta e specificatamente se il personale che, a causa della contrazione di organici,  ha ottenuto la supplenza annuale,  con uno o due mesi di ritardo, o che ha avuto un contratto fino al 30 giugno e non 31 agosto, e non è stato incluso nell'elenco prioritario a norma del DM n. 92/2011, pur avendo i requisiti, si vedrà   valutato il servizio dalla data di effettiva assunzione, o come previsto dell'intero anno di servizio ai soli fini dell'attribuzione del punteggio

  In attesa di un cortese riscontro, porgiamo distinti saluti.

  Salerno li 28 novembre 2011 

Il Segretario

(Franco Lillo)