Ricostruzione di carriera: per la Cassazione il pre-ruolo vale tutto.

Scritto da franco lillo on . Postato in Notizie

 

La Corte di Cassazione, disapplica la gli artt. 297 e 495 del T.U. (docenti e ATA)

                                                      perché in contrasto con la normativa europea.                                                        Tutti gli anni di pre-ruolo vanno riconosciuti.

Presso tutte l e nostre sedi roccogliamo i ricorsi al Giudice del Lavoro.

       Dopo la pronuncia definitiva dello scorso 28 novembre, della Corte di Cassazione -IV sezione lavoro- sull'annosa vicenda della ricostruzione di carriera per docenti e ATA, che ha stabilito che la normativa italiana scuola " si pone in contrasto con la clausola 4 dell’Accordo Quadro allegato alla direttiva n. 99/70/CEE e va pertanto disapplicata”.

       Quindi gli articoli 485 e 568 ( docenti a ATA) del Testo Unico che prevedono una decurtazione di 1/3 degli anni di pre-ruolo successivi al quarto, ai fini della maturazione degli scatti stipendiali devono essere disapplicati.

       A nostro parere il MIUR, dovrebbe da subito modificare il d.lgs. n. 297 del 1994 e prevedere l'allineamento degli stipendi percepiti di tutti i colleghi che hanno chiesto in valutazione più di 4 anni di servizio a tempo determinato.

       Al fine però di richiedere anche le somme le somma arretrate, raccogliamo, presso tutte nostre sedi, i ricorsi al Giudice del Lavoro dei nostri iscritti.